La microscopia elettronica alla ‘caccia’ degli inibitori di ADAM10

Home / Lavoro / La microscopia elettronica alla ‘caccia’ degli inibitori di ADAM10

La microscopia elettronica alla ‘caccia’ degli inibitori di ADAM10

La Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro si prefigge di trasformare i risultati di laboratorio e di ricerca in cure concrete favorendo i progetti con maggiore probabilità di impatto sui pazienti e lo persegue (anche) l’assegnazione di borse e grant per giovani ricercatori e ricercatrici e il sostegno a programmi speciali con bandi appositi.

In questo contesto, ha trovato riconoscimento la ricerca sviluppata da Ismac Cnr attraverso le competenze maturate in esperienze pluriennali dalla dott.ssa Cristina D’Arrigo sull’analisi TEM (Microscopio di trasmissione elettronica) e SEM (Microscopio di scannerizzazione elettronica).

Per esemplificare l’efficacia dell’impiego della microscopia elettronica, ad esempio nell’ambito delle scienze della vita, utilizziamo i contenuti scientifici e le immagini proprio di un progetto AIRC2015, progetto relizzato in collaborazione con prestigiosi Organismi di Ricerca e IRCCS come l’Ospedale San Raffaele, l’Università di Pisa e l’Ospedale Policlinico San Martino (Genova).

Lo sviluppo della resistenza alle terapie convenzionali nei pazienti con Linfoma di Hodgkin è un problema frequente ed è interessante che una parte della risposta allo stress tumorale è regolata dal taglio enzimatico di ADAM10 di porzioni extracellulari di proteine transmembrana, causando la perdita di ligandi sulla superficie cellulare che attiverebbero il sistema immunitario. Questo progetto ha studiato ulteriormente i tagli enzimatici alla superficie cellulare e sviluppare specifici inibitori di ADAM10 per poter avere un impatto sui futuri trattamenti terapeutici. La microscopia elettronica è stata impiegata per valutare la localizzazione degli inibitori di ADAM10 su cellule esposte per 24 h agli stessi inibitori coniugati con oro, come mostrano le frecce nelle immagini.

Immagini: Inibitori di ADAM10 sono rilasciati da esosomi (vescicole cellulari) e dalle cellule.

Per maggiori dettagli, si segnalano i seguenti lavori:
OncoImmunologyVolume 7, Issue 5, 4 May 2018, Article number e1421889 Specific ADAM10 inhibitors localize in exosome-like vesicles released by Hodgkin lymphoma and stromal cells and prevent sheddase activity carried to bystander cells (Article) (Open Access) – Tosetti, F.a, Venè, R.a, Camodeca, C.b, Nuti, E.c, Rossello, A.c, D’Arrigo, C.d, Galante, D.d, Ferrari, N.a, Poggi, A.a, Zocchi, M.R.b

ChemMedChemVolume 13, Issue 19, 8 October 2018, Pages 2119-2131 Synthesis and in vitro Evaluation of ADAM10 and ADAM17 Highly Selective Bioimaging Probes (Article) – Camodeca, C.a, Nuti, E.b, Tosetti, F.c, Poggi, A.c, D’Arrigo, C.d, Zocchi, M.R.a, Rossello, A.b

ChemMedChemVolume 14, Issue 6, 22 March 2019, Pages 686-698 Design and Synthesis of Ionic Liquid-Based Matrix Metalloproteinase Inhibitors (MMPIs): A Simple Approach to Increase Hydrophilicity and to Develop MMPI-Coated Gold Nanoparticles (Article) – D’Andrea, F.a, Nuti, E.a, Becherini, S.a, Cuffaro, D.a, Husanu, E.a, Camodeca, C.a, De Vita, E.a, Zocchi, M.R.b, Poggi, A.c, D’Arrigo, C.d, Cappello, V.e, Gemmi, M.e, Nencetti, S.a, Chiappe, C.a, Ro

ssello, A.a

Michela Tassistro
Michela Tassistro

Nata a Genova e laureata in Economia&Commercio.
La lunga esperienza maturata nella gestione della Ricerca, compreso un anno a Roma presso il Dipartimento Ricerca del Ministero, mi ha permesso di ricoprire ruoli diversi per tipologia di attività, approfondendo ed affinando le competenze ad esse connesse.
Le attività di Terza Missione sono la mia nuova appassionante sfida, soprattutto con me stessa! =)

Recommended Posts
Contattaci

Ti rispoderemo al piu' presto. Grazie per averci contattato

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search